La dermatite atopica colpisce il 10-20% dei bambini e può avere un grande impatto non solo su di loro, ma anche sui familiari che se ne prendono cura a causa dei sintomi fastidiosi che la caratterizzano come prurito intenso, sonno disturbato e stigma sociale.1La dermatite atopica colpisce il 10-20% dei bambini e può avere un grande impatto non solo su di loro, ma anche sui familiari che se ne prendono cura a causa dei sintomi fastidiosi che la caratterizzano come prurito intenso, sonno disturbato e stigma sociale.1

Caratteristiche della dermatite atopica nel bambino

Nel bambino fino a due anni la dermatite atopica si presenta solitamente con lesioni acute caratterizzate da: 2

  • Eritema dai bordi non definiti

  • Gonfiore

  • Vescicole

  • Escoriazioni

  • Essudato

La distribuzione nel bambino coinvolge tipicamente il viso, le guance, il tronco, mentre non è coinvolta la zona del pannolino.2

Dopo i due anni gli eczemi diventano più localizzati e cronici. L’eritema è solitamente più chiaro e compare la pelle secca.2 Le lesioni interessano maggiormente le superfici flessorie, come l’interno di gomiti e ginocchia, e le aree con eritema cronico vanno incontro alla formazione di scaglie, la cosiddetta lichenificazione.2

Il “burden” della dermatite atopica

La malattia per il bambino e per i suoi famigliari può diventare un “fardello” che aumenta con l’aumentare della gravità dei sintomi.3 Prendersi cura di un bambino con dermatite atopica può essere un compito molto impegnativo e pesare sulla salute mentale del genitore e sulla sua funzione sociale.4 Ad esempio, è stato dimostrato che i disturbi del sonno non colpiscono solo i bambini affetti, ma tutta la famiglia e soprattutto le coppie mamma-bambino.3

Il successo della terapia può essere compromesso da diversi elementi tra cui:1

  • La complessità dei trattamenti di routine,

  • Lacune nella comprensione della malattia e degli obiettivi di trattamento,

  • La preoccupazione eccessiva dei caregiver verso gli effetti collaterali del trattamento

  • Le difficoltà che si incontrano nell’ottenere la collaborazione del bambino stesso.

La dermatite atopica nel bambino

La dermatite atopica è la patologia infiammatoria cronica cutanea più comune in età pediatrica nei paesi industrializzati.1

In Italia, la prevalenza di dermatite atopica nei bambini oscilla tra il 2 e il 34%.2

I bambini affetti da dermatite atopica presentano intenso prurito e lesioni cutanee (eczema) in zone specifiche per ogni fascia di età.3

Dopo i due anni gli eczemi si localizzano a livello delle superfici flessorie. L’eritema può ridursi progressivamente lasciando il posto a secchezza cutanea e fissurazioni.4 Le lesioni interessano maggiormente le pieghe corporee, come l’interno di gomiti e ginocchia, e le aree eritematose vanno incontro a lichenificazione.4

Nei bambini il prurito, il grattamento e i disturbi del sonno hanno un impatto importante sulla loro qualità di vita.5

La dermatite atopica nei pazienti pediatrici è associata ad un’elevata prevalenza di asma, rinite allergica e allergie alimentari.6

L’insorgenza della malattia è tipicamente precoce e può persistere fino all’età adulta. 7,8

~60% dei casi di DA in età pediatrica non è più presente alla pubertà, sebbene in più del 50% dei casi si possano osservare recidive in età adulta.9

I fattori di rischio che portano alla presenza della malattia anche in età adulta possono includere: 

Fattori di rischio

Insorgenza della DA dopo i 2 anni di età 8,10

Malattia molto grave10

Malattia insorta nell’infanzia e che persiste dopo i 5 anni di età10

Storia familiare di atopia11

L’impatto della malattia per il caregiver

La malattia per il bambino e per i suoi famigliari può determinare un impatto che aumenta con l’aumentare della gravità dei sintomi.12  Prendersi cura di un bambino con dermatite atopica può essere un compito molto impegnativo e incidere sul benessere psicofisico del genitore e sulle sue funzioni sociali.13 E’ stato dimostrato che i disturbi del sonno non colpiscono solo i bambini affetti, ma tutta la famiglia, in particolare le madri.12

Il successo della terapia può essere compromesso da diversi elementi tra cui:14

  • La complessità dei trattamenti di routine
  • Lacune nella comprensione della malattia e degli obiettivi di trattamento
  • La preoccupazione eccessiva dei caregiver verso gli effetti collaterali del trattamento
  • Le difficoltà che si incontrano nell’ottenere la collaborazione del bambino stesso

Impatto sulla frequenza scolastica

La dermatite atopica ha un impatto anche sulla scuola, infatti il 20% del campione analizzato in questo studio, composto da bambini e ragazzi fino ai 18 anni, ha perso giorni di scuola proprio a causa della malattia.16

Bambini e ragazzi (0.18 anni) che hanno perso giorni di scuola a causa della dermatite atopica.16

Chiedere aiuto

Il benessere e il sano sviluppo dei bambini con dermatite atopica sono influenzati dalla salute fisica e psicosociale di chi se ne prende cura.12 Per questo è importate chiedere un supporto se necessario.13


È importante in primo luogo ricevere informazioni complete e adeguate, per raggiungere autonomia e sicurezza nella gestione della dermatite atopica nel bambino, al fine di ottimizzare i risultati del trattamento topico, evitare il più possibile i fattori scatenanti e affrontare al meglio le difficoltà legate ai sintomi. 14

Inoltre, iniziare al più presto un trattamento appropriato ed efficace, e raggiungere un controllo della malattia che si mantiene nel tempo, può modificare il corso della malattia e ridurre il rischio di sviluppare disturbi del sonno e conseguenze sul benessere psicologico dei pazienti.12

Anche una corretta nutrizione può aiutare a migliorare la salute della pelle, anche nella DA. Sfoglia le ricette di Health on the table.

Fonti

1. Thestrup-Pedersen K. Clin Exp Dermatol. 2000; 25 (7): 535-543
2. El Hachem M, et al. G Ital Dermatol Venereol. 2020 Oct 16. doi: 10.23736/S0392-0488.20.06669-9.
3. Weidinger S, et al. Lancet. 2016;387(10023):1109-1122
4. Langan SM et al. Atopic dermatitis. Lancet 2020; 396: 345–60
5. Ben-Gashir MA, et al. Br J Dermatol. 2004;150(2):284-290
6. Silverberg JI, Simpson EL. Pediatr Allergy Immunol. 2013 Aug; 24 (5): 476-86
7. Eichenfield LF, et al. J Am Acad Dermatol. 2014;70(2):338
8. Bieber T, et al. J Allergy Clin Immunol. 2017;139(4S):S58
9. Gelmetti. Dermatite Atopica – Linee guida SIDeMaST 2016-2017. Disponibile al sito: http://www.pacinimedicina.it/dermatite-atopica-linee-guida-sidemast-2016-2017/
10. Kim JP, et al. J Am Acad Dermatol. 2016;75(4):681
11. Irvine AD, Mina-Osorio P. British J Dermatol. 2019; doi:10.1111/bjd.17766
12. Tracy A, et al. Update on Pediatric Atopic Dermatitis. Cutis. 2020;106:143-146
13. Kuo HO, et al. Allergic diseases do not impair the cognitive development of children but do damage the mental health of their caregivers. Sci Rep 10(1):13854.
14. LeBovidge JS, et al. Improving patient education for atopic dermatitis: A randomized controlled trial of a caregiver handbook. Pediatric Dermatology. 2021;00:1–9.
15. Monti F, et al. Ital J Pediatr. 2011;37:59.
16. Eczema Society of Canada. https://eczemahelp.ca/wp-content/uploads/2019/02/ESC_Quality-of-Life-Report_Nov-2017-1.pdf. Accessed March 2021..





     

Approfondisci

Prova il questionario

Scopri i nostri consigli per te rispondendo ad alcune semplici domande.

Trova il centro

Per trovare il Centro più vicino a te, compila il campo sottostante e clicca su "cerca centro". Cliccando sulle icone che compaiono nella cartina potrai visualizzare tutte le informazioni di contatto dei Centri.

Le informazioni relative alla salute pubblicate in questo sito sono solo a titolo educativo. Non sostituiscono in nessun caso il parere del tuo medico che è l'unico a poter fornire delle informazioni complete in merito alla tua salute. Consulta il tuo medico per tutte le questioni legate alla cura e alla salute.

MAT-IT-2100543