Con l’inverno in arrivo, anche le riacutizzazioni4 potrebbero bussare alla porta di alcuni di noi e allora perché non prepararsi per tempo in modo da evitarle? Già a causa della pandemia abbiamo dovuto prestare una maggiore attenzione alla cura della nostra pelle visto il frequente lavaggio delle mani e l’utilizzo fino a poco fa inusuale della mascherina.

Consigli che ovviamente continuano a rimanere validi quali:

  • Lavarsi le mani per almeno 20 secondi con il nostro sapone abituale evitando acqua troppo calda1
  • Ricordarsi sempre una crema idratante dopo ogni lavaggio, a mani non completamente asciutte, per evitare che la pelle si secchi e si irriti a causa dei frequenti lavaggi1

Per quanto riguarda la mascherina:

  • pulirsi la faccia prima di mettere un sottile strato di crema idratante in modo da creare una barriera ed evitare così un contatto diretto con la pelle1
  • Optare, se possibile, per mascherine senza ferretto che potrebbero contenere nichel1
  • Scegliere un materiale morbido come il cotone5
  • utilizzare detergenti delicati per lavare le mascherine in tessuto5

Sappiamo però anche che con il calare delle temperature qualche accortezza in più potrebbe rendere la vita di chi come noi soffre di Dermatite Atopica un pò più gestibile.

Vento, freddo, riscaldamento domestico e bassa umidità sono tutti fattori che contribuiscono ad aumentare la secchezza della nostra pelle con conseguenti possibili arrossamenti e screpolature e tutto ciò che ne consegue4. Ecco quindi alcuni consigli utili per affrontare al meglio l’arrivo della stagione fredda:

  • Evitiamo docce o bagni prolungati che seccano la pelle e fare in modo che la temperatura dell’acqua non sia troppo calda. Asciugarsi la pelle tamponandola, senza sfregare3
  • Idratiamo la pelle con un emolliente a base di oli e per uscire mettiamoci una crema protettiva su faccia, mani e parti esposte2
  • In casa procuriamoci un umidificatore o una ciotola di acqua in ogni stanza stando però attenti a cambiare l’acqua quando necessario per evitare la crescita di batteri2
  • Evitiamo di usare indumenti come la lana che potrebbe essere irritante e vestiamoci a strati con materiali di cotone soprattutto se a contatto con la pelle in modo da poter svestirci quando necessario e di conseguenza evitare di surriscaldarci3. Per le mani in aiuto potrebbero venire dei guanti di seta3 o di cotone sotto a quelli di lana.2

Non sottovalutiamo poi le riacutizzazioni dovute allo stress a causa di questa pandemia1. In questo caso potrebbero aiutarci tecniche di rilassamento1, magari prima di dormire6 per favorire anche una migliore qualità del sonno, spesso minata quando si ha la DA6.

TERAPIA E TRATTAMENTI

Un aspetto molto importante è quello della continuità terapeutica, infatti è fondamentale seguire le indicazioni del proprio dermatologo; dove è bene non interrompere mai i trattamenti e rispettare la schedula e la posologia dei trattamenti in corso.

Lo ricorda anche la Società Italiana di Dermatologia (SIDeMaST) nel Vademecum per le persone con dermatite atopica.

Fonti

1. https://nationaleczema.org/ate-covid-19/ (21.05.2020)

2. https://nationaleczema.org/six-tips-for-keeping-eczema-calm-in-winter/ (20.09.2020)

3. https://nationaleczema.org/eczema-in-winter/ (20.09.2020)

4. Engebretsen et al, The effect of environmental humidity and temperature on skin barrier function and dermatitis. J Eur Acad Dermatol Venereaol 2016 Feb: 30 (2): 223-49

5. https://www.aad.org/public/everyday-care/skin-care-secrets/face/prevent-face-mask-skin-problems (20.09.2020)

6. Chang et al, Sleep disorder and atopic dermatitis. J Allergy and Clin Immunol 2018 Oct: 142 (4): 1033-1040

Le informazioni relative alla salute pubblicate in questo sito sono solo a titolo educativo. Non sostituiscono in nessun caso il parere del tuo medico che è l'unico a poter fornire delle informazioni complete in merito alla tua salute. Consulta il tuo medico per tutte le questioni legate alla cura e alla salute.

MAT-IT-2002529